SCAVI ARCHEOLOGICI DI ERCOLANO

SCAVI DI ERCOLANO

Ercolano -Napoli-

Gli scavi archeologici di Ercolano hanno restituito i resti dell’antica città di Ercolano, seppellita sotto una coltre di ceneri, lapilli e fango durante l’eruzione del Vesuvio del 79, insieme a Pompei, Stabia ed Oplonti.
Ritrovata casualmente a seguito degli scavi per la realizzazione di un pozzo nel 1709, le indagini archeologiche ad Ercolano cominciarono nel 1738 per protrarsi fino al 1765; riprese nel 1823, si interruppero nuovamente nel 1875, fino ad uno scavo sistematico promosso da Amedeo Maiuri a partire dal 1927: la maggior parte dei reperti rinvenuti sono ospitati al museo archeologico nazionale di Napoli, mentre è del 2008 la nascita del museo archeologico virtuale che mostra la città prima dell’eruzione del Vesuvio.

Il sito di Ercolano, gestito dalla Soprintendenza Pompei, viene visitato mediamente da trecentomila turisti ogni anno: nel 1997, insieme alle rovine di Pompei ed Oplonti, è entrato a far parte della lista dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO

Casa di Aristide Scoperta per raggiungere la Villa dei Papiri, al suo interno è stata ritrovata una statua in un primo momento attribuita ad Aristide, poi ad Eschine.
Casa del Genio Parzialmente scavata, al suo interno è stata ritrovata una statuetta di un Genio; peristilio con pavimento in cocciopesto e mosaico.
Casa d’Argo Parzialmente esplorata, al momento dello scavo possedeva un affresco ormai perduto raffigurante Argo che serveglia Io.
Casa dell’Albergo È la più grande dell’antica Ercolano ed è così chiamata perché ritenuta originariamente essere un albergo: è anche l’unica casa a possedere un quartiere termale.
Casa dello Scheletro Frutto dell’unione di tre abitazioni, nel ninfeo è riprodotta una grotta in opus quadratum.
Bottega del Lanarius Al suo interno è stata ritrovata una pressa per la stiratura dei panni.
Casa del Tramezzo di Legno Viene così chiamata in quanto per dividere l’atrio dal tablino era utilizzato un tramezzo in legno, perfettamente conservato: al suo interno pitture in terzo stile
Casa a Graticcio È edificata quasi del tutto in opus craticium: oltre a pitture in quarto stile, al suo interno sono state rinvenute statuette di Lari, collane e vasi in vetro.
Casa dell’Erma di Bronzo Al suo interno è una riproduzione dell’erma in bronzo del proprietario: il pavimento è in opus sectile, mentre gli affreschi in quarto stile.
Casa dell’Atrio a Mosaico Ha atrio completamente pavimentato a mosaico, tablino diviso in tre navate e giardino affrescato.

 

Corso Resina – 80056 Ercolano (NA) | Scopri come arrivare
Tel Biglietteria: +39 081 7777008 – Tel Uffici: +39 081 7324321
Mail: pa-erco@beniculturali.it
Sito: beniculturali.it

Orari di apertura
Dal 01/04 al 31/10: 08.30 – 19.30 (ultimo ingresso 18.00)
Dal 01/11 al 31/03: 08.30 – 17.00 (ultimo ingresso 15.30)

A partire dal mese di marzo del 2020, gli orari di apertura e chiusura saranno i seguenti:
Dal 15/03 al 15/10: 8.30 – 19.30 (ultimo ingresso 18.00)
Dal 16/10 al 14/03: 8.30 – 17.00 (ultimo ingresso 15.30)

Giorni di chiusura: 1 Gennaio, 25 Dicembre

POSITANO

Il clima di Positano grazie alla sua posizione è molto mite, di tipo mediterraneo; gli...

Leggi

Ristorante La Terrazza

Il Ristorante La Terrazza è un ristorante panoramico situato sulla terrazza dell’edificio a sette piani...

Leggi